Lulworth 1 - Masp-Gmns

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gallerie > Personali > Luciano Rolla


Luciano Rolla









    _


Pagina 1


Nota introduttiva del Webmaster

A questo straordinario modello ho voluto riservare uno spazio privilegiato in termini di quantità di foto
esposte e di visibilità sul sito,  nella convinzione che questo lavoro sia l'espressione concreta  di ciò che
si deve intendere per modellismo di qualità, cioè del fare le cose come devono essere fatte, senza facili
scorciatoie, con una conoscenza, una capacità tecnica, una passione e dedizione che portano ad una vera
rappresentazione in scala della realtà. Certo in Italia ci sono altri modelli di questo livello, ma tutti
sono usciti dalle mani di una ristretta cerchia di grandi modellisti alla quale il nostro Luciano Rolla
appartiene. L' esempio nel modellismo è di fondamentale importanza, perché diventa riferimento, cioè
una meta verso la quale tendere, e più questa è alta  maggiore sarà il progresso di chi si adopera per
raggiungerla sia pure non riuscendoci e noi siamo  fortunati ad avere in casa un Signore  che ci fornisce
simili traguardi da conquistare.

Valter Borghini

Lulworth

All'epoca del suo battesimo nel 1920, il gigantesco cutter aurico aveva un altro nome: Terpsichore.
A costruirlo furono i cantieri White Brothers su progetto di Herbert W. White.
Il cutter aveva altri concorrenti analoghi: Shamrock IV, White Heather, Westward, Britannia.
Il gruppo denominato Big Five, fu il vanto della marineria britannica per oltre un decennio.
Nel 1924 il Terpsichore venne acquistato Herbert Weld Blundell che lo ribattzzò Lulworth.
Con il trascorrere degli anni il Lulworth cambiò numerosi proprietari, venendo modificato anche nell'
armamento originario, e utilizzato sia in regata, che come yacht da crociera.
Nel 1947 viene trasformato in house boat e collocato alla foce del fiume Hamble, ove rimase per 42 anni.
Nel 1989 lo scafo venne venduto e, imbarcato su una nave bacino, raggiunse i cantieri Becancini di
La Spezia ove vennero rimossi tutti gli arredi e gli accessori di coperta rimasti.
Alla fine dell' anno 2000, dopo 11 anni di abbandono, il relitto viene acquistato dall' olandese
Johan Van de Bruele che, a Viareggio nel Cantiere Classic Yacht Darsena, da inizio ai lavori di restauro
Che vengono definitivamente completati nel febbraio 2006.

AL LAVORO


Le operazioni di ricostruzione e di restauro presso il Classic Yacht Darsena di viareggio, sono state
Coordinate dalla speciale coppia Giuseppe Longo ed Elisabetta Gola, marito e moglie, che hanno
Diretto una miriade di maestranze specializzate italiane e provenienti dall' Inghilterra, Stati Uniti, Australia,
Nuova Zelanda, Polonia.
Con loro ha collaborato, nel progetto di restauro degli interni, lo studio Faggioni di La Spezia coordinato
dal  designer Stefano Faggioni.
Per il Lulworth, nel 2006, è stato predisposto un attracco speciale, ad alta visibilità, nella rada delle Grazie,
Nel comune di Portovenere, che così ha inteso qualificare la baia come oasi delle barche d' epoca.



__________
_____________________
Foto in HR 3048 x 721  225 Kb



Il Modello originale durante il varo nell' arsenale di La Spezia


SCAFO




 
 
 
 

                                                                               

Pagina 2

Torna all'indice generale

 
Torna ai contenuti | Torna al menu