Roma 1/200 - Masp-Gmns

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Articoli > Passo Passo > Luigi Maini
 
 
 

Luigi Maini

 




___
















Pagina 1


Nota introduttiva

Il nostro Luigi, esperto in navi in piccola scala , si è cimentato in un'ardua autocostruzione, quella della corazzata Roma in scala 1/1200 , ma non contento di ciò, ha elaborato il master in modo da poterne ricavare i pezzi per la realizzazione di una scatola di montaggio, cosa che ha puntualmente fatto, ritrovandosi fra le mani, una bella scatoletta piena di pezzi in resina pronti per essere lavorati da altri modellisti. Si tratta di una realizzazione, suppongo, unica nel panorama
dei modelli in questa scala e a tiratura limitatissima, ne ha, infatti, stampati pochissimi esemplari che sono spariti rapidamente fra le avide fauci di pochi fortunati amici ( uno di questi pezzi è sul tavolo di chi scrive ). Francamente non so se il buon Luigi avrà tempo e voglia di stamparne altri, essendo la realizzazione di ogni scatola assai laboriosa, in ogni caso tentar non nuoce, è chi fosse desideroso di possederne un esemplare, può sempre contattare il Nostro a questo indirizzo email, non si sa mai.

Venendo al modello, diciamo subito che non si tratta di un pezzo di facile realizzazione, infatti se è vero che è possibile montarlo cosi come è ( cosa anche questa non facile visti il materiale e la scala ) , aggiungendo solo poche parti in filo metallico, ottenendo un modello più che godibile, nondimeno , il modellista esperto saprà riconoscere in questo una base più che  eccellente per un lavoro di superdettaglio e miglioria, dove dovrà attingere, per realizzarlo, alle propria esperienza e alle proprie doti di fantasia e improvvisazione costruttiva che questa scala richiede, potendo ottenere un modello di grande e piacevolissimo impatto.

Le descrizioni che seguono, rappresentano, in pratica, le istruzioni  che Luigi ha allegato alla sua scatola di montaggio e si riferiscono ai materiali in essa contenuti.

VB

Preparazione

La maggior parte dei pezzi del modello sono in resina, come prima operazione ogni pezzo deve essere separato dagli altri e ripulito dai residui di stampa.
Per questa operazione sono necessarie delle tronchesine e una taglierina o un bisturi molto affilato.
Anche un trapanino con una punta smeriglio molto fine potrebbe essere utile.
Se durante l'operazione alcuni pezzi dovessero rompersi essi possono essere facilmente aggiustati tramite colla Cianoacrilica una volta terminata la ripulitura.
Vari tipi di carta abrasiva di taglio molto fine potrebbero essere utili.
Una buona idea è incollare con della colla vinilica un pezzo di carta abrasiva su un supporto di legno in modo da ottenere un piano levigante per i pezzi che vogliamo rifinire.

Introduzione al Montaggio

Tutte le parti della nave devono essere incollate tramite colla Cianacrilica 'Attack' o ancora meglio 'Bindulin'.
Il Cianacrilato è un composto che reagisce in maniera molto simile all'indurimento della resina e quindi ne salda perfettamente le parti come nessun'altro tipo di collante.

Alcune parti possono a piacimento non essere incollate come le torrette principali.
In questo caso è possibile con un trapano e una punta di corrette dimensioni effettuare un foro al centro delle barbette principali e poi un foro sotto le torrette dove poi incollare un tassello di plastica o legno di dimensione appropriata.
Il centro del foro sotto le torrette, che poi è il centro di rotazione della torretta stessa, deve essere fatto a 4,5 millimetri di distanza dall'attaccatura della canna centrale.
In tal modo la torretta potrà essere inserita in posizione senza doverla incollare permanentemente alla barbetta.



Rifinitura

Gli alberi e le canne dei cannoni , in quanto prodotti in resina, sono volutamente sovradimensionati per consentirne la stampa, ciò non toglie che possano essere rimosse e sostituite con spilli o bastoncini di ottone o acciaio in una scala più confacente.
Viste le ridotte dimensioni le canne dell'artiglieria secondaria non sono state stampate in resina e viene fornito un filo di acciaio dolce di sezione corretta da applicare come indicheremo in seguito.
Per quanto riguarda le canne della contraerea, pur essendo presenti, si consiglia per i modellisti più esperti la loro rimozione e la sostituzione con materiali più adatti, come vedremo in seguito.

Montaggio

Una volta perfettamente puliti tutti i pezzi possiamo iniziare l'assemblaggio.

Fase 01: Preparazione dello scafo

Prima di qualunque altra operazione se si desidera che le torrette di primaria possano essere ruotate è necessario verificare che al centro delle barbette sia presente un foro adatto allo scopo, in caso contrario dovrà essere realizzato un foro di diametro appropriato ad accogliere in seguito il tassello che sarà applicato sotto le torrette in debita posizione.
Consigliamo di effettuare subito questa operazione in quanto in seguito potrebbe non risultare più agevole con il rischio di rottura di qualche parte della nave già montata. Questo è un buon momento per rifilare sullo scafo qualunque foro si desideri sfruttare per incollare meglio i pezzi che verranno in seguito assemblati.



Fase 02: Montaggio dei fumaioli sullo scafo

Il blocco composto dai due fumaioli e la prima parte del Torrione può essere installato con facilità sullo scafo della nave come mostrato in figura e non presenterà certo problemi.


Fase 03: Installazione dettagli tra fumaiolo e base torrione

Per ora tutto bene, vediamo adesso come e dove installare alcune parti molto piccole ma molto importanti in quanto rientrano in quelle varianti che permettono di differenziare le navi appartenenti alla stessa classe. Per questa operazione si consigli l'uso di un paio di pinzette.
La sezione sulla quale dobbiamo lavorare si presenta come da immagine a fianco.
Dovrà essere applicato alla base del primo fumaiolo una grossa sovrastruttura cubica che possiede su un suo lato una grossa scanalatura per adattarla alla base conica del fumaiolo.
Nelle immagini a fianco possiamo vedere nel dettaglio il pezzo e la posizione dove deve essere inserito.



Fase 04: Installazione terrazzi sui fumaioli

Anche in questo caso le navi della stessa classe possedevano parecchie differenze sostanziali.
La Roma possedeva una terrazza di forma ovale, tale terrazza nelle sorelle della Roma era caratteristicamente applicata al secondo fumaiolo nella parte interna.
Nel caso della Roma invece tale terrazza deve essere applicata si al secondo fumaiolo ma sul fondo di esso, praticamente appoggiata al ponte come mostrato in figura.
In particolare la Roma era l'unica a possedere una grossa terrazza a forma di H posta tra il primo e il secondo fumaiolo.
Dovranno essere tagliati 4 pezzi di filo lunghi 1 centimetro, che, dopo aver realizzato 4 piccoli fori sotto la terrazza, dovranno essere incollati come mostrato in figura.
Le aste dovranno sporgere di 7 millimetri dal foro.
La terrazza dovrà essere incollata come mostrato in figura a circa 7 millimetri dalla base del fumaiolo e sostenuta da 4 supporti ricavati dal filo di acciaio fornito nel set.





Fase 05: Installazione supporti antiaerea

Dovremmo ora installare tre parti fondamentali della nave le due terrazze di contraerea leggera laterali e una terza terrazza che compone la seconda parte del torrione principale.

Le prime due terrazze sono due pezzi speculari e vanno sistemati nella posizione che possiamo vedere nella foto a destra con le due scalette rivolte verso la prua della nave.

La terza terrazza, che è anche parte del torrione principale, come vediamo nelle foto,  deve essere incollata nella posizione corrispondente all' ultima foto.



Fase 06: Installazione alloggiamento di poppa

Possiamo ora installare l'alloggiamento di poppa con il conseguente albero.
Il pezzo in questione è quello riportato nella figura  a destra.
Anche se non necessario si consiglia di applicare un piccolo perno alla base del pezzo corrispondente ad un foro di misura che creeremo sul ponte della nave al fine di collocare in maniera robusta il pezzo in sede.
La posizione dove il pezzo deve essere applicato è chiaramente indicata sul ponte.
Se lo desideriamo, questa è la sede migliore per sostituire parte dell'albero chiaramente non in scala e ricostruirne uno più attinente alla realtà come quello che possiamo vedere nella foto a fianco, le tecniche per la sostituzione degli alberi saranno ampliamente trattate nella sezione d'installazione dell'albero di trinchetto:



Fase 07: Torrione e albero di trinchetto

Prima di procedere con l'installazione del torrione che vediamo qui a destra, potrebbe rendersi necessario rifilare la base del torrione che sporge dalla piazzola che abbiamo precedentemente installato.
Il torrione è in posizione corretta se si appoggia direttamente alla piazzola, se vogliamo anche in questo caso in perno non sarebbe fuori luogo.

Prima di incollare il torrione ci raccomandiamo di realizzare con un trapanino il foro per ancorare l'albero di trinchetto subito dietro al torrione principale.

Il foro può essere d'aiuto solo se decideremo di non utilizzare l'albero in resina fornito ma di smontarlo e utilizzare le sue parti sostituendo l'asta con uno spillo.

Quando incollate il torrione verificate che sia in posizione corretta rispetto a tutte le altre parti della nave sia guardandolo di lato che di fronte, prendendo come riferimento i fumaioli.

L'albero di trinchetto ha due terrazze, se decidiamo di non utilizzarlo dobbiamo tagliarlo ed estrarre le due terrazze sulle quali in seguito dovrà essere aperto un buco.
Nella foto a fianco possiamo vedere da destra verso sinistra uno spillo privato della capocchia, la sua lunghezza è già quella corretta, le due terrazze ricavate dall'albero di trinchetto e in fine la parte terminale del torrione con l'aggancio a stella per l'albero
Noterete che il pezzo a stella in vostro possesso è lievemente diverso da quello in figura, infatti dalla parte rotonda partono due linguette rettangolari.
Queste due linguette sono presenti solo nelle navi sorella ma non nella Roma, quindi devono essere rimosse.

Vediamo ora qui a fianco come le varie terrazze devono essere applicate al torrione ed in fine come la parte superiore a stella deve essere fissata all'albero di trinchetto.
Per questa operazione si consiglia di utilizzare delle pinzette per applicare prima le terrazze, l'albero e solo alla fine la parte superiore del torrione.

Questa operazione è molto delicata e tutte le parti dovranno essere allineate sia rispetto al torrione che rispetto alle altre parti della nave da ogni punto di vista, sia lateralmente che frontalmente.

Errori in questa fase creeranno una disarmonia nel modello tale da minare la buona riuscita dell'assemblaggio











 
 
 
 
 

                                                                               
pagina 2

 
 
 

Torna all'indice

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu